RÉSERVÉ:
ENOGASTRONOMIA E TURISMO PER PROFESSIONISTI E APPASSIONATI

 

"Réservé" è il magazine fresco, giovane, veloce e "cucinato" con passione e professionalità. La rivista ha tagliato il traguardo dei cinque anni godendo sempre del patrocinio di GastroTicino (la Federazione esercenti-albergatori Ticino, che associa oltre 1.500 esercizi pubblici) e di Ticino a Tavola (iniziativa che raggruppa oltre 80 ristoranti che promuovono i prodotti ticinesi). Per questo motivo Réservé si pone sempre di più come “partner” autorevole ed esclusivo nel settore editoriale dell'eno-gastronomia.

 

I contenuti spaziano da articoli sull'offerta e le risorse del territorio, informazioni a 360° sull’enogastronomia e curiosità legate a ristorazione, albergheria, turismo e formazione professionale. Non mancano concorsi a premi interessanti e che stuzzicano l’attenzione del lettore.

Réservé Magazine: come nasco?

0:00 / 0:00

Sfoglia l'ultimo numero!

 
Anno VII / n. 25 / Giugno 2021

Il numero di giugno propone un servizio speciale sul turismo esperienziale e la digitalizzazione per far rinascere la ristorazione, interessanti storie di uomini e progetti, le immancabili tendenze in cucina, la presentazione di Ticino a te e i prodotti del territorio, Donnavventura a Valencia, gustose ricette e tanto altro ancora.

Réservé è adesso sfogliabile anche su Pressreader, l'importante piattaforma che pubblica testate da ogni angolo del pianeta. Un importante partner per il nostro Magazine che continua a crescere anche fuori dai confini nazionali. Scaricate l'app!

RITORNA A TUTTI GLI EVENTI

Premi speciali Mondial du Merlot & Assemblages 2020

di Rocco Lettieri

Razzia ticinese ! 
Cantone faro del Merlot in Svizzera, il Ticino si mette in mostra vincendo l’integralità del podio della categoria Gran maestro! Sul gradino più alto, si trova Arzo dell’azienda Gialdi, presentato sulle annate 2017, 2016 e 2015, seguito da Ronco 2018-2017-2016 dell’Azienda agraria cantonale di Mezzana. Sul terzo scalino del podio, si piazza l’azienda Delea che si distingue con il suo Carato Riserva, degustato sulle annate 2017, 2016 e 2015. 

I Merlot sanno invecchiare molto bene 
Per gli altri premi speciali, menzione particolare all’Azienda agraria cantonale di Mezzana la quale, sempre con il suo Ronco, questa volta annata 2013, si aggiudica i premi di Miglior vino del concorso, Migliore vecchia annata, Premio Vinofed del Miglior vino secco e premio del Miglior Merlot svizzero! Il Ticino si distingue anche con i suoi Merlot vinificati in bianco: Cherubino 2019 della Fratelli Matasci si aggiudica il primo posto nella categoria rosati e blnc de noir.  

Infine, unico svizzero non ticinese a salire agli onori, la celebre bottiglia blu dell’assemblaggio Merlot/Cabernet Sauvignon 2017 del Domaine la Capitaine di Begnins (VD) vince il premio Miglior assemblaggio del concorso e quello di Miglior vino bio.  Per quanto concerne il premio per il Miglior Merlot straniero, è stato assegnato alla cantina Alma Cersus nella Laguedoc (Francia) per il suo Merlot 2019 Baron du Capiscol.  

Il palmarès completo del concorso è disponibile sul sito

www.mondial-du-merlot.com


Concorso Mondial du Merlot 2020

FELICIANO GIALDI - GRAN MAESTRO MONDIALE DEL MERLOT
Un vero e proprio record mondiale quello conquistato dal produttore di vini Feliciano Gialdi di Mendrisio nell’ambito del 13°concorso “Mondial du Merlot” svoltosi a Sierre e che ha visto distinguersi molti vini ticinesi.

Con la triplice proclamazione internazionale del produttore Feliciano Gialdi al titolo di “Gran Maestro del Merlot” il Ticino vitivinicolo può vantarsi di avere il suo super campione mondiale. Un riconoscimento senza precedenti nella storia del prestigioso concorso e che proietta ai vertici planetari il merlot ticinese se si considera che al “Mondial” competono 250 produttori con oltre 500 vini rappresentanti 16 paesi di tutto il mondo. Una tripletta vincente grazie al costante impegno di Feliciano Gialdi e del suo enologo Fredy De Martin, secondo la giuria, che ha tenuto rigorosamente in considerazione la regolarità qualitativa dei vini su tre annate consecutive del merlot Sassi Grossi (nel 2015), del merlot Riflessi d’Epoca (nel 2018) e quest’anno del merlot Arzo.

Un vino speciale quest’ultimo, che contribuisce indubbiamente a esaltare il patrimonio vitivinicolo di un territorio alle pendici del monte San Giorgio già agli onori mondiali dell’UNESCO.  

Sul podio (virtuale a causa della pandemia) del concorso mondiale di quest’anno la casa vinicola Gialdi si è vista anche assegnare ben tre medaglie d’oro per i vini: Riflessi d’Epoca 2017, Vigna d’Antan 2017 e Bianco Rovere 2019. Un’annata da superlativi per la Gialdi anche per gli esperti della SonntagsZeitung che hanno recentemente proclamato il merlot Sassi Grossi 2018 come il migliore vino rosso svizzero in assoluto. Salute!


Copyright © Réserve Media Group 2020 | Credits | Impressum